giovedì 30 novembre 2017

LUNA PIENA IN GEMELLI: Il Messaggio dalla dimensione dello Spirito



L'Universo ha un messaggio per te.. sei pronto ad ascoltare?


La Luna nuova che ci ha dato la possibilità di formulare un nuovo intento nel segno intenso dello Scorpione, splenderà Piena nel segno del Gemelli il 3 Dicembre alle 16:47.

Una Luna che porterà un po' di leggerezza, trovandosi a splendere nel segno giocoso e frizzante del Gemelli. Una leggerezza però che dobbiamo sapere come conquistare...

Chi conosce persone profondamente influenzate da questo segno zodiacale lo sa, questo è un segno che ama parlare, raccontare, esprimersi e gioire.. pertanto questa Luna Piena potrebbe volerci comunicare qualcosa, il punto è ... saremo noi in grado di ascoltare? ci prenderemo del tempo per farlo?

Ci troviamo esattamente a metà strada dello scorso novilunio del 18 novembre, ma ricordo sempre che ogni ciclo lunare per almeno ancora un paio di anni, farà parte del grande ciclo di trasformazione che ha avuto inizio con la scorsa eclissi del 21 Agosto. Anche se sono trascorsi 5 mesi da quel giorno, vale sempre la pena rileggere l'articolo dedicato a questo nuovo inizio, in quanto le sue influenze vibratorie sono ancora attive e lo saranno per un po'.

Focalizziamoci ora su questo Plenilunio andando innanzitutto a comprendere i segni coinvolti, dando innanzitutto attenzione ai due Luminari, protagonisti di questa magica visione, senza però tralasciare i Pianeti non visibili soprattuto ad occhio nudo, perché ogni pianeta fa parte del grande disegno cosmico e pertanto non deve essere lasciato al caso.

Il Gemelli è un energia frizzante, curiosa, leggera (anche se viene descritta troppo superficialmente ...superficiale). I Gemelli amano la vita (o per lo meno vengono invitati ad amarla), vorrebbero sentirsi giovani e bambini per sempre, infatti  dimostrano sempre un età inferiore a quella anagrafe. Il suo invito evolutivo? rendersi conto di essere libero e sapere di avere sempre una scelta. Ama molto parlare, parlerebbe per ore.. ma deve anche imparare ad ascoltare..

Il Gemelli in una sola parola? Peter Pan!

Il Sagittario anche ama la vita e la libertà, ma a differenza del Gemelli desidera approfondire le sue conoscenze puntando sempre in alto e al prossimo obiettivo. Oltre al viaggio e all'avventura, ...eterna conoscenza per il Sagittario, ed eterna curiosità per il Gemelli. Se consideriamo solo questo punto di vista, i due possono stringerci facilmente la mano.

Osserviamo ora le case in cui si troveranno a splendere i due Luminari, sempre alle nostre latitudini, Italia e Svizzera compresa.

Sarà il segno del Gemelli ad ascendere ad Est incoronando Mercurio Signore di questo oroscopo e nominandolo pertanto grande complice del messaggio che il cosmo sembra volerci trasmettere.

Come ho scritto nell'articolo pubblicato ieri e che potete leggere qui, Mercurio sarà retrogrado nel segno del Sagittario dal 3 al 25 Dicembre, giorno di Natale, e il suo invito (essendo retrogrado) è molto introspettivo ed altamente proficuo se noi siamo pronti a seguirlo.
Tra l'altro entra in moto retrogrado solo otto ore prima del Plenilunio! Un caso? conoscete già la mia risposta...

In poche parole (ma consiglio la completa lettura dell'articolo) Mercurio retrogrado (ricordo signore di questo plenilunio!) ci invita a rivalutare la nostra fede interiore!

Ti fidi veramente?
Quanto ti fidi?
Di chi ti fidi?
Riesci a lasciarti andare e a fluire anche nei momenti più difficili?
Riesci ad abbandonare ogni controllo?
ed integrandolo al plenilunio
Ti senti libero di respirare a pieni polmoni?
Ami la vita?
Sei presente in ogni istante?

Sei pronto a conquistare la leggerezza che meriti?

Si??

Allora c'é qualcosa che devi fare.. o forse non fare. La non azione è la cosa più difficile per un essere umano.. dunque ecco qualche suggerimento.

Innanzitutto devi imparare ad ascoltare...
e poi devi imparare a lasciare andare (e dunque a non fare)

Ascoltare le sensazioni che provi, ascoltare come ti senti, ascoltare ed osservare la tua presenza o possibile assenza.

Ma andiamo dritti al punto!

Introspezione ed ascolto contemplativo sono le parole d'ordine di questa Luna che si troverà a splendere Piena in casa dodicesima, dimora di Nettuno. 

Contemplazione ed ascolto nel silenzio perché la casa dodicesima è la casa più mistica dello zodiaco! È la casa dell'ignoto, della non forma, dell'immaginazione e del mondo onirico. Qui tutto sembra possibile se solo ci lasciassimo fluire con fiducia..

il punto è .. quanto fiducia abbiamo?

Ed ecco che il cosmo ce lo mostrerà.

Ci mostrerà come portiamo nel quotidiano la fiducia che predichiamo ai 4 venti, soprattutto quando dobbiamo condividere la nostra saggezza o conoscenze con gli altri.

Ci mostrerà se davvero siamo in connessione con lo Spirito, o se invece siamo ancora identificati con concetti mentali rispetto alle parole: fiducia, ottimismo, espansione e Spiritualità. 

Ci mostrerà come viviamo le parole che predichiamo nel quotidiano perché il Sole che illumina la Luna messaggera si troverà a splendere in casa sesta. La casa della quotidianità, della routine, della salute del corpo, ma anche la casa dell'umiltà, in quanto la casa sesta è dimora della Vergine.

Ci inviterà a portare la nostra fede attraverso i fatti e l'esempio concreto e diretto, giorno dopo giorno, e non solo attraverso le parole. Smaschererà dunque l'Ego Spirituale.. (ammesso che l'Ego lo permetta.. difficile ma non impossibile). 

Ci mostrerà tante cose.. ammesso che noi vogliamo ascoltarle.

Veniamo pertanto invitati ad espanderci nel mondo, nel corpo, come Spirito nella Materia, senza però perdere di vista l'origine che siamo, e dunque solo dopo essere entrati in contatto con qualcosa che va al di la' del mondo materico e che possiamo trovare solo nella dimora di Nettuno. Nel silenzio, nella contemplazione. Se riuscissimo a creare questo contatto profondo, quello che porteremmo poi fuori all'esterno ed in contatto con gli altri (anche Venere splende in sesta non lontano dal Sole) avrebbe tutt'altro sapore. Sarebbe un contatto vero, senza veli e senza maschere, in due parole: condivisione profonda.

Come dunque entrare in contatto con la fonte (casa 12) ed ascoltare i messaggi dello Spirito in questo momento tanto intenso dell'anno?

Prendendosi del tempo per ascoltare, per contemplare, per sentire. Basta davvero poco.. ma a quel poco non siamo affatto abituati.
(In questa casa il Gemelli deve smettere di parlare e deve iniziare ad ascoltare)

Ascoltare.. si, ma non per comprendere, o analizzare.. ma per sentire e percepire!

Ti stai preparando ad accogliere la Luce del Natale (il risveglio dello Spirito) o sei già sotto stress perché ancora non hai in mente cosa regalare all'altro o cosa preparare per pranzo e/o cena?

Riesci a dedicare almeno 5 minuti al giorno a te stesso, ascoltando interiormente come ti senti e cosa si sta muovendo dentro di te?

Non ti piacerebbe ricevere un po' di leggerezza dopo tutti questi ...giorni, ....mesi ....anni ......vite.. di pesantezza ....lotta, .....vittorie, .....perdite, .....conquiste e ancora .....lotte... perdite... fatica......
stan.. che..zzzz.. a

Non vorresti finalmente sentire che dentro di te sei sostenuto sempre, qualsiasi cosa accada fuori.. (in casa sesta??)

E allora sta a te connetterti con la dimensione mistica sempre presente! Sta a te prenderti del tempo per contemplare lo Spirito che sei, o nel mondo quotidiano rischi di perderti..

Sta a te connetterti in silenzio e con il tuo respiro (Gemelli) focalizzandoti sempre e solo sull'attimo presente (ancora Gemelli) per ritrovare la leggerezza che meriti (sempre Gemelli) .

Siamo noi che dobbiamo riconquistare una fede perduta nel tempo... lei è sempre lì, non è una cosa che possiamo ricevere da qualcuno, perché è qualcosa che già abbiamo, ma che forse abbiamo dimenticato di avere.

E come mai l'abbiamo perduta? Come mai vorremmo tanto credere, sperare, sentire, gioire.. vivere la vita con leggerezza nonostante tutto quello che accade ed è accaduto in passato... ma non ci riusciamo??

Perché abbiamo perso contatto con il mondo interiore, con la dimora di Nettuno, con la casa dodicesima, con lo Spirito che siamo, perché siamo troppo proiettati all'esterno, nel futuro o nel passato, facendo di tutto per sopravvivere in un mondo che a volte non ci piace per niente.

E quello che l'esterno ci rimanda sono immagini che alla nostra mente non piacciono.
Ma sono anche immagini che la nostra stessa mente proietta come un film su grande schermo!
Il film dello Spirito è un vero capolavoro! ed il Film "La Grande Bellezza" di Sorrentino che personalmente ho amato tantissimo ne "parla" per due ore intere. Mostra la bellezza che abbiamo dimenticato di osservare. Lento poetico e pieno di significato, per tante mente sempre di fretta addirittura noioso e vuoto, forse perché fermarsi diventa complicato, quando invece a me ha lasciato qualcosa dentro che ha risuonato per giorni interi.

Siamo troppo abituati ad osservare le negatività che ci circondano, e la tv non aiuta per niente, anzi! Minacce di guerre, ingiustizie, inquinamento, stupri, morte di persone a noi care e vicine, tutti eventi che suscitano in noi paura, senso di vuoto, solitudine e sconforto, proprio ora che Giove espande queste energie, possono essere destabilizzanti per un anima identificata con la mente,  perché queste sono esperienze che non vorremmo mai vedere né vivere!

Ma la vita è cosi. E' fatta di alti e bassi, giorni ci sentiamo entusiasti, altri ko. Ma mentre tu ti senti entusiasta, dall'altra parte del mondo qualcuno si sentirà devastato. Perché questo e' il mondo della dualità....!  è il mondo dell'ego, della mente... ma non è il mondo al quale appartieni, è solo quello che stai visitando! E se sei connesso con lo Spirito non puoi che osservare bellezza e perfezione, ed a quel punto l'ego svanirà e la mente si metterà al tuo servizio.

Ma fino a che ti senti insicuro, perso e vuoto devi fare di tutto per mantenere un contatto con la dimensione che ti appartiene o neppure le briciole di Pollicino (tradotto... tutti i corsi terapie che ti aiutano a riconquistare il benessere interiore) ti aiuteranno veramente a trovare la strada di ritorno, perché lo sconforto della mente che non ti soddisfarà mai pienamente le soffia via col pianto della disperazione, creando separazione tra te e la dimensione del tutto della quale fai parte da sempre e per sempre.

E come mai abbiamo perso questo contatto?
Perché abbiamo iniziato a venir sopraffatti da quello che abbiamo visto nel corso delle vite, ci siamo sentiti soli, persi e non amati, non parte di questo mondo così ingiusto e violento, ed è proprio in quel momento che l'ego ha preso piede e forma nelle nostre menti spacciandosi per qualcosa che non siamo.

Un ego che ci vuole convincere che la vita è dura, ingiusta, e che noi dobbiamo lottare ancora ed ancora... per riconquistare dignità, rispetto, amore.

Ma ora pensa... come ti sentiresti se abbandonassi la lotta e cominciassi ad ascoltare chi sei veramente? 

Chiunque prima o poi soccomberà agli eventi spiacevoli e dolorosi di cui è testimone, non sarebbe dunque bellissimo non farsi più distrarre dalla paura e dallo sconforto o da quella convinzione di essere nel posto sbagliato, solo e abbandonata?

Sarebbe bellissimo vero?

Comincia allora ad instaurare un rapporto profondo con il tuo Spirito! comincia una nuova routine.. bastano 5 minuti al giorno!

Comincia a ritirarti (casa 12) e a comunicare (Gemelli) con la tua Essenza (casa 12), ma fallo senza parole, siamo nella casa dei Pesci.. ed i pesci.. sono muti, dunque quel Gemelli non deve parlare.. ma deve ascoltare. Deve tornare ad ascoltare le sue percezioni, il suo innato intuito, e visto che siamo in casa dodici, mentre lo fai.. annusa il profumo di un incenso ed osserva la fiamma di una Candela, è il modo migliore per entrare in contatto con lo Spirito che sei nella mistica dimora di Nettuno.

Una volta che quotidianamente (casa sesta), avrai preso questa nuova abitudine (ammesso che ti piaccia), potresti portare una nuova energia e consapevolezza nel mondo... nella quotidianità (casa sesta).
E se meditare proprio non facesse per te? Ci sono tanti altri modo per contemplare il silenzio e l'ascolto. Basta camminare nella natura annusando ogni suo profumo ed ammirando ogni suo colore, vedere l'arte riflessa davanti ai tuoi occhi, anche qui vivresti nel mondo di Nettuno.

Molto interessante notare che Nettuno, custode della casa in cui si trova la Luna, formerà una perfetta quadratura con i due Luminari al momento del plenilunio. Confusione? si può darsi.. ma a fin di bene!

Per cambiare strada e per sperimentare una nuova esperienza a volte è necessario sentirsi confusi e persi. Perché solo perdendoci abbiamo la possibilità di ritrovarci, e scoprire nuove strade. Dunque più che confusione oserei dire ... dissoluzione.

Sfrutterei pertanto quella vibrazione Nettuniana per creare in assoluto silenzio e contemplazione (Luna) oggetti, regali che potrei poi portare nel quotidiano ed offrire come dono (casa sesta), magari in quel dono potrebbe esserci l'energia con la quale ho creato e quell'energia sarà nelle mani dell'altro.  Oppure la userei per danzare... dipingere.. cantare.. ma assolutamente creare.

Si! crea la tua nuova storia! crea il tuo nuovo film!

Alcuni di voi, magari le anime influenzate dalle energie nettuniane o con la Luna in casa dodici potrebbero ricevere un messaggio attraverso i sogni..
Ovviamente non tutti percepiamo l'influsso della Luna Piena allo stesso modo, non scrivo neppure i segni più sensibili a questo influsso perché non siete solo il vostro segno zodiacale, anzi, in questo caso considererei di più la vostra Luna... ma anche qui.. non siete solo la vostra Luna. A livello astrologico siete molto di più del vostro Sole, e a livello di Spirito? inimmaginabile per la nostra mente.... andate oltre ogni influsso astrologico. Ma tornando alla Luna Piena.. ed ai consigli qui esposti..

Il beneficio di tutto questo?

Attraverso la contemplazione, sarai più presente nella quotidianità, e ti espanderai all'esterno con un energia nuova e vigorosa, un energia che infonderà fiducia nell'altro, senza necessariamente ... parlare. Basta la tua presenza. La tua centratura. La tua connessione. E nel silenzio trasmetterai il messaggio che hai ricevuto.

Ma prima di concludere vi sono altri aspetti che bisogna considerare.

Marte in Bilancia oppone Urano in Ariete. 

Marte il Guerriero qui non vuole la guerra ma lotta per la pace e l'armonia (Bilancia), dunque questa contemplazione alla quale veniamo invitati ci stimola anche a lasciar fluire ed osservare possibile rabbia repressa che Urano tenderà a "risvegliare" come una scossa di terremoto per risvegliare il guerriero della pace.

Se vogliamo raggiungere il nostro Cuore, il cuore dello Spirito, dobbiamo lasciare libero spazio ad ogni emozione, altrimenti diverremmo quel personaggio logorroico che parla parla e parla, per nascondere un emozione che non riesce a gestire, cercando di convincere l'altro della sua verità. In questo caso (ho sintetizzato) manifesteremmo il lato ombra di queste configurazioni.

Giove sempre in Scorpione fa un perfetto trigono con Nettuno, stimolando la compassione, piuttosto che favorendo il giudizio di notizie che non vogliamo sentire e vedere.

Ricordo che Giove in Scorpione ha lo scopo di riportare in superficie verità sepolte da tempo, e che dunque escano e vengano viste.. osservate e lasciate andare. Non utilizzate Marte in Bilancia per giudicare, lasciate fluire.. osservate cosa si muove in voi e basta. Il giudizio afferra le emozioni ed ancora le cristallizza nel corpo.

Lasciate dunque andare ogni resistenza. Plutone stimola ancora ad una profonda trasformazione.

Lasciate fluire ogni emozione.

Osservate il mondo che vi circonda senza giudizio e se vi sentite vacillare e sentite che non riuscite a farcela da soli... se sentite di essere stanchi e stufi e non sapete più cosa fare... bhé... ho una bella notizia!

Non dovete proprio fare niente! Dovete lasciare che sia! Dovete  permettere alle cose di essere così come sono, senza congelarle con il giudizio, l'unica cosa che dovreste .. fare.. è prendervi del tempo per ascoltare, più che parlare.

Sono sicura che questa Luna Piena ha un messaggio per tutti noi, ma non lo sentirete attraverso i sensi del corpo fisico, e neppure sentirete pronunciare parole... , non lo leggerete da nessuna parte perché non è rivolto alla vostra mente... il suo è un messaggio Nettuniano ed arriva direttamente dal vostro Spirito... e non c'è messaggio più vero e profondo.

Buon Ascolto

Claudia Sapienza

mercoledì 29 novembre 2017

MERCURIO RETROGRADO IN SAGITTARIO: Ri-stabilire la Fede interiore




Il Natale si avvicina e Mercurio ci porta a riflettere...

e' nuovamente tempo di Ri-

il 3 dicembre alle 8:34, qualche ora prima del plenilunio (qui l'articolo), Mercurio arresta il suo moto diretto e ci invita da una riflessione importante proprio durante i giorni che precedono il Natale.

Arresterà infatti il moto retrogrado il 23 Dicembre, proprio un giorno prima della Vigilia.
Davvero molto interessante questo transito! E' come se avessimo l'opportunità di rivalutare la nostra fede, i nostri obiettivi, le nostre credenze e speranze mentre ci avviciniamo a questo evento tanto atteso ed odiato allo stesso tempo. Odiato da chi vede nel Natale solo falsità ed ipocrisia, ed amato soprattutto dai bambini e dalle persone più credenti e religiose.

Ma cos'é in realtà il Natale e cosa avviene a livello energetico?

In poche parole, perché non voglio dilungarmi troppo in questo articolo già colmo di informazioni, il Natale rappresenta il ritorno alla Luce! 

Pertanto il periodo che lo precede è davvero molto importante e denso a livello energetico.
Anche se ormai gran parte delle persone non crede più a questa festività in quanto per alcuni è come se si fosse venduta al consumismo... in realtà è davvero un momento molto importante ed intenso.

Se poi è diventato mero consumismo, dipende anche da noi e da come viviamo questo evento ed il suo avvicinarsi.

Siamo noi a scegliere se correre da un negozio all'altro in cerca del dono perfetto spendendo denaro perché questo è quello che si aspetta da noi, o se invece scegliamo di avvicinarci a questo momento con assoluta presenza ed ascolto.

Nella mia famiglia per esempio, da ormai qualche anno, abbiamo deciso di non farci più regali, se non ai bambini, anche perché in realtà siamo tutti consapevoli che non vi è nulla di cui abbiamo veramente bisogno. Così ci prendiamo del tempo per assaporare l'atmosfera da un altro punto di vista e per ascoltare cosa accade dentro di noi in questo momento che considero ancora prezioso.

Il mio consiglio pertanto (tra un regalo e l'altro)  è di prestare anche attenzione a quello che avviene dentro di voi, proprio ora che la nostra attenzione viene richiamata all'esterno attraverso il luccichio di insegne e lampadine ed il frastuono di propagande in TV, sui giornali,.. ovunque.
Proprio ora che siamo più soggetti allo stress collettivo ... mondiale.. del frenetico shopping dobbiamo trovare un momento per fermarci, seguendo l'esempio di Mercurio....Stop... e rivolgiti dentro di te.  

Approfittiamo dunque di questa energia ed andiamo a comprendere innanzitutto questo pianeta che il 3 dicembre, abbracciato da una parte da Saturno e dall'altra da Lilith, apparentemente si fermerà, per invertire marcia.
Apparentemente perché in realtà un pianeta non arresta mai il suo corso facendo retromarcia, questa è infatti un illusione ottica che si ha dal punto di vista della Terra. Infatti se osservassimo il sistema solare dall'alto, potremmo osservare tutti i pianeti proseguire sempre nella stessa direzione.
E' vero però che a livello vibratorio l'influsso di un pianeta retrogrado potrebbe rallentare le funzioni del pianeta stesso. In questo caso Mercurio. Cerchiamo dunque di comprenderlo meglio...

In astrologia Mercurio rappresenta il mentale inferiore. Il segno che occupa nel nostro tema natale indica con quale modalità la nostra mente tende a ragionare, pensare e comunicare.
Se in Ariete sarà una mente veloce che potrebbe parlare senza riflettere, se in Toro invece una mente silenziosa e cauta che per comunicare deve prima sentirsi sicura.

Mercurio è un pianeta strettamente legato alla comunicazione e dato che la comunicazione al giorno d'oggi avviene per lo più attraverso la tecnologia, non dobbiamo meravigliarci se durante il moto retrogrado potrebbero verificarsi intoppi in ambito comunicativo e tecnologico.
Mail ed sms potrebbero essere stati inviati, ma non recapitati. I regali ordinati, ma non ricevuti per tempo (ordinateli in anticipo se dovete farlo via internet!), la macchina, il pc, il telefono si guastano e FB potrebbe andare in tilt. Questo perché la nostra attenzione viene rivolta altrove!
(Questi sono solo piccoli esempi non prendeteli necessariamente alla lettera, ma tenetelo presente qualora si verificassero.) 

Potrebbero anche nascere incomprensioni con le persone con le quali comunichiamo, che sia verbalmente o non. Il mio consiglio pertanto è quello di assicurarsi di essere stati compresi secondo la vostra intenzione.

Mercurio governa anche l'intelletto e l'emisfero sinistro (e dunque razionale) del cervello, ma quando entra in moto retrogrado cede il timone all'emisfero destro che cerca di attirare la nostra attenzione invitandoci a lasciare spazio al sentire più che alla comprensione analitica e razionale.
Vengono pertanto stimolati intuito e creatività, ... ed abbandono del controllo mentale!

Noi, spesso ignari di questo invito, percepiamo questo scambio come confusione, opponendo facilmente resistenza senza rendercene conto. Perdere il controllo mentale al quale siamo abituati può essere destabilizzante vero? ma solo se lottiamo per mantenerlo.

Dovremmo lasciar fluire ogni cosa, perché tutto ha un senso e noi comunque non possiamo cambiare il corso di nessun evento...

Andiamo dunque a comprendere meglio l'invito evolutivo di questo transito in questo particolare periodo dell'anno.

Abbiamo parlato di Mercurio. Ed ora introduciamo il segno in cui avviene la retro-gradazione. Il Sagittario.
Come meglio spiegato in questo articolo, il Sagittario è un segno che invita all'espansione, alla fiducia, all'ottimismo e alla libertà. E' un segno (ed un energia) che solitamente si proietta all'esterno, ma in moto retrogrado la sua energia dovrà piuttosto venir interiorizzata.

Fino al 23 Dicembre pertanto l'Universo ci offre un ottima opportunità per entrare in contatto non solo con la parte più creativa ed istintiva della nostra mente, ma anche con la nostra fede e luce interiore, invitandoci a rivalutare i nostri sogni, le nostre speranze, e le nostre dinamiche mentali ad esse collegate, ma soprattutto la nostra FEDE.
Veniamo invitati ad intraprendere un viaggio interiore più silenzioso e contemplativo del solito in un momento assai frenetico dell'anno, un viaggio che però potrebbe portarci a maturare le nostre idee o il modo in cui percepiamo l'ambiente circostante, visto che inizia il suo moto retrogrado a braccetto con Saturno.

Non dobbiamo focalizzarci affatto sugli ostacoli, (provocazione che probabilmente lancerà la mente), ma sulla saggezza che veniamo invitati a riconquistare.. dentro!
Trovandosi anche a braccetto con Lilith dall'altra parte all'inizio della retro-gradazione, potremmo avere la possibilità di osservare se la nostra mente tende a farci sentire rifiutati dall'altro assumendoci le nostre personalità.
Non tanto osservando cosa abbiamo fatto per meritarci un possibile rifiuto, ma risvegliandoci piuttosto dall'illusione del rifiuto in se stesso, rendendoci conto che forse la nostra mente vuole mostrarci che le nostre idee vengono rifiutate dall'altro quando in realtà siamo noi ad aspettarci un rifiuto, pertanto lo manifestiamo e lo proiettiamo all'esterno.

...   f e r m a t i  .. osserva con realtà (Saturno) la tua mente (Mercurio). Vuole farti sentire il rifiuto (Lilith) o vuole mostrarti che sei tu a continuare a mantenere in vita questa illusione?

Quanto sono presenti dentro di te fede, speranza ed ottimismo?

Mentre ci avviciniamo alla Luce.. ed a partire dal 3 dicembre, poniti queste domande:

Il Natale è davvero solo consumismo oppure sono io a vederlo tale?
Posso ritrovare dentro di me una fede perduta?
Posso vedere e sentire qualcosa che va al di là di un evento considerato solo religioso?
Sto criticando questa festività concentrandomi solo sul consumismo oppure sono in grado di sentire cosa accada dentro di me?
Ho fiducia nella vita e che tutto va come deve andare?
Quanto fiducia ho in me stesso?
Perché sono triste? (se lo sono), è davvero per via del consumismo?
Dove è finita la speranza e la luce del mio Spirito?

Sapete perché le persone tendono ad essere più tristi quando il Natale si avvicina?

Innanzitutto perché vengono più intensamente ricordate le persone che abbiamo apparentemente perso, ma anche perché più ci avviciniamo alla luce, più si percepisce il contrasto con l'oscurità della nostra mente. 

E questo malessere e vuoto interiore cresce appunto perché ci focalizziamo sulla perdita dei nostri cari, sul dolore del passato, sul consumismo e su quel senso di vuoto che può nascere solo dalla separazione con il tutto!

In realtà questa festività ci avvicina alla Luce dello Spirito, ma uno Spirito che ha dimenticato la sua vera essenza cede potere alla mente che per Natale regala l'illusione della separazione dai nostri cari come dalla sorgente divina, intensificando il vuoto interiore.

E allora accogliamo piuttosto questa opportunità per andare a riconquistare quella scintilla divina sempre presente in ognuno di noi.
Piuttosto che regalare un oggetto, magari creane uno con le tue mani, visto che viene tanto stimolata la creatività dell'emisfero destro.
Non focalizzarti sulla mancanza dei tuoi cari, ma entra dentro di te per percepirne la loro presenza, perché in realtà non vi può essere separazione tra anime che fanno parte della stessa fonte, lo Spirito è UNO!

E' solo la mente che regala l''illusione della separazione perché ci porta a focalizzarci sugli oggetti, sulla materia, e sulla persona come corpo o persona da amare. La vedo solo se la posso toccare.. Sapessi invece quanta presenza c'é nello spazio che ti circonda. Sapessi quanto amore e  pienezza ti circonda da sempre... è lì che li devi cercare, nello spazio che ti appartiene.

Entra dunque dentro di te per ascoltare.

Nella notte di Santa Lucia, (il giorno più corto dell'anno) Mercurio nel suo moto retrogrado raggiungerà il Sole, ed il 15 Dicembre Venere. Lasciati scaldare dalla Luce solare per entrate in contatto con i tuoi cari cercandoli dentro di te.

Il 23 Dicembre (ma anche prima) farà una quadratura a Nettuno prima di riprendere il moto diretto. Non temere la confusione, la confusione è un dono! dobbiamo lasciare andare vecchi meccanismi mentali se vogliamo vedere il mondo con una nuova luce. Sii dunque creativo ed introspettiva durante questo transito, abbandona ogni controllo mentale...

Se ristabilisci la fede dentro di te, e ti fidi di una forza maggiore sulla quale neppure la tua mente può avere controllo, potresti ricevere la visione della tua missione come Spirito.

martedì 28 novembre 2017

L'INVITO EVOLUTIVO DEL SAGITTARIO





Il 22 Novembre 2017 alle 04:05 il Sole è entrato nel Segno del Sagittario ed in questo articolo noi vogliamo espandere la sua energia proprio come lui si espande ogni giorno in questa sua vita!

Intanto ti dico grazie Sagittario! Grazie per il tuo ottimismo, per il tuo entusiasmo e per la fiducia che esprimi ogni giorno per questa vita che tu ritieni meravigliosa, o che per lo meno sei spinto così a ritenere.

No aspetta.. non ti ho ancora chiesto di raccontarmi le tue scoperte, saranno sicuramente entusiasmanti, ne sono sicura! ma vorrei prima raccontarti qualcosa di te sperando di riuscire ad attirare la tua attenzione nonostante la tua voglia di condividerti è grande. Quel che vorrei dirti caro sagittario e'...

Non sei nato sotto questo segno a caso, lo sai vero?

Se nasciamo sotto un segno zodiacale piuttosto che un'altro significa che dietro le quinte si cela un reale motivo che ha lo scopo di condurre la nostra Anima al passaggio successivo per aiutarla a liberarsi da quelle convinzioni inconsce che potrebbe portarsi appresso da diverse vite.

E se sei nato sotto il segno del Sagittario una cosa è certa! Hai bisogno di riconquistare una libertà perduta, hai bisogno di espandere la tua Anima il più lontano possibile attraverso viaggi, scoperte, studi, avventure.. non importa dove andrai, l'importante è che tu vada! Perché qualcuno dentro di te potrebbe trattenerti. Dove esattamente devi riconquistare fiducia lo racconta però la posizione del tuo Sole, gli aspetti e tutto il tema natale. Infatti non tutti voi Sagittario siete uguali, dunque qui mi posso focalizzare solo sulla tua energia.

Le Anime che si sono incarnate in questo segno portano dentro di sé un senso di prigionia, o di una vita vissuta seguendo un credo o un ideale che non apparteneva loro veramente. Oppure il loro vissuto le hanno portate a perdere la speranza, il desiderio di sognare in grande.
Quale sia la reale prigione o convinzione che ancora a livello inconscio potrebbe imprigionare l'Anima è difficile dirlo valutando solo il Segno zodiacale, bisognerebbe infatti analizzare tutto il tema natale e soprattutto il Nodo Lunare Sud ed i pianeti ad esso collegati. Quel che conta, ora, è che quest'Anima deve sentirsi libera di oltrepassare i confini della propria mente e della vita precedente, ricordandosi però, nella sua ricerca divina, di avere un corpo mortale che le ricorda di mantenere i piedi per terra.

Viaggiare troppo a livello mentale senza nulla concretizzare si rivelerebbe infatti un viaggio senza ritorno o senza fondamenta. I nati sotto il segno del Sagittario devono espandere la loro mente e le loro esperienze attraverso una sete di conoscenza per poi portare questa saggezza nel quotidiano mettendola in pratica e poi chissà magari la trasmetteranno anche al prossimo attraverso un insegnamento.
Spesso però si limitano a condividere le loro scoperte con entusiasmo, senza averle approfondite e senza viverle pienamente.

Questo perché l'entusiasmo che provano è quell'entusiasmo che prova un Anima che dopo vite di reclusione e sottomissione si rende conto di essere in grado di arrivare da sola in luoghi che prima le sembravano irraggiungibili. Si rende conto di avere una mente propria, si rende conto di essere libera, e che può cercare la sua verità dove e come meglio desidera. E questa è la libertà più grande per i nati sotto questo segno: sentirsi liberi di essere liberi! sempre!

Più l'Anima incarnata in questo segno si sente libera, e più si espande. Più si espande e più si entusiasma. Più si entusiasma e più desidera condividere la sua verità con il mondo intero tanto è incontenibile la sua gioia! Insomma.. si sta rendendo conto di essere libera!

C'é solo una cosa che il Sagittario dovrebbe tenere a mente: che quella è la sua verità, è il suo viaggio, è la sua scoperta e non necessariamente potrebbe essere utile agli altri.

Quando finalmente trova la libertà che cerca e sente la gioia che pervade l'Anima, il Sagittario è come se sentisse il dovere di aiutare il mondo a sentirsi allo stesso modo, come se sentisse il desiderio di liberare gli altri dalla loro prigionia, perché quell'Anima sa cosa significa sentirsi costretti, imprigionati o sfruttati. Rischia però di perdere di vista la libertà altrui.
Potrebbe imporsi sugli altri, e ritrovarsi in discussioni dove sente di dover convincere l'altro quando invece sta solo cercando di convincere se stesso, cercando di convincere quell'Anima dentro di sé che si sente ancora ingabbiata, inascoltata, ed è infatti solo lei che deve convincere, nessun altro! Ma forse non la sente, e la vede solo negli altri.

Più si ritrova a convincere qualcuno fuori, più probabilmente dentro non si sente veramente libera!

Potrebbe anche vedere negli altri figure che la ostacolano e la fanno sentire frustrata. In realtà quell'ostacolo è interiore e nasce da una convinzione inconscia di non essere libera. Proprio per questo viene costantemente incoraggiata ad espandersi oltre senza sosta. E' quell'Anima dentro di sé che deve liberare, ma dovrebbe prima sapere di cosa è convinta e a quale convinzione si tiene ancorata.

Il fuoco che anima i nati sotto questo segno, è forte e dirompente, la sua fiamma è alta ed il suo calore  regala a questo segno una fiducia senza eguali. E questo perché ne ha tanto bisogno!
L'ottimismo lo accompagna in ogni sua scelta e scoperta, un ottimismo assai fondamentale per convincere l'Anima a livello inconscio che ora può, che ora è libera, che ora può decidere da sola! Questo ottimismo espresso con tanto entusiasmo potrebbe però essere sia coinvolgente che invasivo, dipende sempre dalla persona che si trova di fronte.

Osservo con un sorriso l'amico sagittario che sta per rispondere alle mie parole, ma il mio intervento sembra interessarlo e così continua ad ascoltarmi.. 

Rispondo a quel sorriso. 

Non ti sto affatto criticando caro Sagittario, a volte è difficile domare quell'energia che alimenta il tuo entusiasmo, lo so e lo capisco, ma vorrei dirti solo questo: quel che conta è che tu non permetta mai a nessuno di spegnere quella fiamma che costantemente deve essere alimentata dal movimento, dalla scoperta, dal viaggio senza sosta, altrimenti potresti accusare dei dolori all'anca. Ti è mai successo? se si forse ti sei fatto sopraffare dai doveri quotidiani venendo risucchiato dalla routine, tua peggior nemica.

Vuoi che ti parli ancora di te? Chiudo questo capitolo e ne apro un altro che potrai leggere qui, così ti regalo un altro viaggio in un altro luogo, simile certo, ma spero che almeno un po' ti entusiasmerà.

Buon Compleanno caro Sagittario, ti auguro una vita entusiasmante!


(se non vi rispecchiate in questa descrizione, bisogna allora valutare attentamente il vostro Sole e gli aspetti planetari ad esso collegati, la casa in cui si trova come pure il Nodo Lunare Sud)


lunedì 13 novembre 2017

LUNA NUOVA IN SCORPIONE: Ecco la chiave per liberare lo Spirito



"Chi di voi è senza peccato scagli la prima pietra" 


Una Luna nuova molto intensa quella del 18 Novembre alle 12:42pm.

Sole (Ego ed identità) e Luna (Anima ed emozioni) si fonderanno infatti nel segno dello Scorpione e saranno sostenuti dalla congiunzione di Venere e Giove entrambi in Scorpione.
(tra l'altro vi consiglio di alzarvi all'alba per ammirare questo spettacolo!)

Interessante notare che mentre Giove splende in Scorpione, il novilunio in Scorpione splende nella casa di Giove.

Sembra che ci venga lanciato un invito a fare un salto nel buio per rimbalzare nella Luce...

Grazie all'energia di Giove e dello Scorpione come minimo si deve considerare un'espansione di intensità.
Ma di quale tipo di espansione si tratta?

Andiamo ad osservare attentamente i segni coinvolti e tutti i pianeti di transito, sempre parti integranti di ogni evento planetario.

Sarà il segno dell'Acquario ad ascendere ad Est incoronando Urano Signore di questo oroscopo.
Particolare accento viene pertanto posto sulla propria individualità ed unicità come risorsa principale, visto che Urano splende in Ariete nella casa delle risorse.

Ma non si parla di un individualità ed unicità a fini egoici, quanto più di un' unicità che ci aiuta a riconoscere chi siamo veramente al di là di quello che la mente ci racconta ogni giorno ed al di là del rapporto che abbiamo con gli altri (e qui entra subito in gioco Venere - rapporti e valori - in Scorpione - onestà ed intensità).

Come la scorsa potente Luna Piena in Toro, anche questo novilunio sembra porre particolare enfasi sui rapporti. Marte splende nella casa dello Scorpione e nel segno della Bilancia, e forma una quasi perfetta quadratura con Plutone che splende invece in casa dodicesima nel segno del Capricorno.

Dobbiamo pertanto porci una domanda fondamentale:

Quanto coraggio ho di aprirmi veramente all'altro per mostrargli tutta la mia intensità fatta di emozioni, paure, gioie, dolori; fatta di sogni, speranze, e bisogno di approvazione. E quanto coraggio ho di aprirmi a me stesso grazie a quello che l'altro mi sta mostrando?

Come mi sento all'interno di una relazione? Riesco veramente ad aprimi all'altro? La nostra relazione si basa su un reciproco bisogno, insomma... siamo sposati a livello dello Spirito o a livello mentale? Sto avendo una relazione con il corpo di dolore dell'altro oppure con il suo Spirito?
Permetto all'altro di mostrarmi parti di me che non riesco a vedere e dalle quali fuggo da sempre?

Che rapporto ho con me stesso? Riesco ad osservare le mie debolezze e riesco ad osservare le mie dinamiche riflesse nell'altro? Cerco ancora approvazione o mi sento visto ed amato per quello che sono?

Questo Novilunio richiede completa onestà se vogliamo davvero avere accesso all'immensità che siamo. 

Un onestà che deve essere osservata e mostrata con fiducia (Giove). Questa Verità deve essere contattata e vista negli abissi della nostra Anima (Scorpione) e poi portata fuori, all'esterno... per essere vista e riconosciuta. Quest'alchimia non tanto deve avvenire attraverso una condivisione con l'altro, quanto più con noi stessi. L'altro entra in gioco se noi non riusciamo ad osservare queste dinamiche. 

Sembra dunque che l'invito della nuova avventura (casa nona) consista nel fare un tuffo molto in profondità (Scorpione), con lo scopo di raccogliere un po' di verità composta di melma per poi fare un salto dal trampolino che troveremo negli abissi, ma quella melma dobbiamo portarcela con noi.
Veniamo invitati a scavare e ad avere il coraggio di tuffarci nel fango che tanto tendiamo a nascondere e reprimere, una sporcizia che deve essere liberata e portata in superficie per essere osservata e lasciata andare, perché sotto quella melma si nasconde un grande tesoro:

La nostra vera essenza. 

Sarà un processo doloroso che richiederà coraggio, ma è strettamente necessario altrimenti quella melma continuerà a mettere.. melma.. in ogni rapporto che viviamo e soprattutto sulla luce del nostro Spirito.

Espansione della propria oscurità dunque, un gesto che se fatto con coraggio (Marte) e con assoluta onestà ed osservazione con distacco ci aiuterà a riconoscere il vero potenziale insito in ognuno di noi, quello dello Spirito.

Plutone infatti attraverso una quadratura con il pianeta del coraggio e dell'auto-affermazione si trova a transitare nella casa dodicesima stimolandoci ad abbandonare ogni controllo (Capricorno) per liberare il mistico che vive oltre l'ignoto, quell'ignoto che non conosciamo perché troppo impegnati (appunto) a tenere tutto sotto controllo.

Lasciate che tutto esca.. permettete alle cose di essere così come sono anche alla luce del Sole. 
Questo novilunio splende in una casa che porta all'espansione, oltre i confini a noi più  noti.
E' la casa di una nuova ed entusiasmante avventura, di un nuovo viaggio lontano da quello che conosciamo.
Permettete dunque ad ogni cosa considerata tabù dalla vostra mente, di mostrarsi e di espandersi
Ma non vi deve essere nessun giudizio.

Marte in Bilancia infatti può manifestarsi in due modi:

Se quell'energia la usa la mente, giudica con rabbia ogni ingiustizia, mantenendo in vita il distacco e la sofferenza.
Se invece la usa lo Spirito, sentiamo la spinta a conquistare un armonia interiore (bilancia) attraverso una sana valutazione, che non giudica, ma semplicemente osserva. E Marte, ricordiamolo, splende nella dimora dello Scorpione, la casa di Ade.

Dunque... A chi scegli di dare questo potente strumento? allo Spirito o alla mente? La scelta è tua, abbi il coraggio di scegliere con saggezza.

Giove in Scorpione sta portando alla Luce tante verità scomode e considerate sbagliate.
Era già previsto come scritto nell'articolo a lui dedicato che il lato ombra dello Scorpione sarebbe tornato in superficie perché espanso dall'energia di Giove, infatti il caso di Kevin Spacey sta creando molto scalpore.. e ahimè.. tanto giudizio. Piuttosto che giudicare l'altro dovremmo utilizzare quell'energia e quello che viene riflesso all'esterno per porci le seguenti domande:

Quali parti di me evito di osservare con assoluta onestà?
Quale mio sentire o desiderio considerato tabù sto ancora rinnegando?

Da tenere molto presente che l'energia di stupro, abusi, e pedofilia sono solo il risultato di una sessualità mal gestita, repressa e condannata nell'umanità da millenni.

Che sia poi un altro essere umano a mostrarla al di fuori di noi, non ci rende affatto migliori.

Il giudizio infatti mantiene in vita un energia dirompente che si tende a reprimere, pertanto (per esempio) ogni omosessuale giudicato non si sente libero di esprimere la sua energia, la reprime e prima o poi la manifesterà in modo malsano.

Un uomo è arrivato addirittura ad uccidere quella parte di sé che non riusciva ad accettare, pensando di ucciderla vedendola nell'altro. E' entrato in un bar ed ha ucciso tutti gli omosessuali che si stavano godendo la loro libertà. Questa si chiama conseguenza di un energia sessuale repressa e considerata meritevole di essere condannata. Quest'uomo è stato solo portatore e protagonista del risultato di anni di repressione, ma quello stesso uomo fa parte di noi, che ci piaccia o no.

Pertanto il mio consiglio è di prestare molta attenzione alla nostra mente mentre questa intensa energia dello Scorpione nella sua manifestazione ombra sta emergendo.

La nostra mente urla "che schifo, a morte, .... " dandoci il diritto di giudicare e condannare..
Oppure ci invita ad osservare cosa dentro di noi continuiamo a rinnegare.

Osserviamo piuttosto la nostra sessualità.

E' onesta, aperta e si basa su una fusione spirituale, oppure si basa su un bisogno prettamente fisiologico creando dipendenza con l'altro e facendo nel contempo sentire l'altro in dovere di .. consumare.. perché questo è il dovere di una coppia, sposata o meno. Se non ottengo dall'altro quello che desidero, come mi comporto?

Cosa dentro di noi fa fatica a rivelarsi, e cosa soprattutto (considerato "sporco") abbiamo rinnegato per vite intere?
Come questa repressione ci ha spinto a chiuderci all'altro e alla vita portandoci a manifestare un altro lato dello Scorpione, ovvero il desiderio di nascondersi e di non essere visti?

Mi metto veramente a nudo in un rapporto sessuale, o mi faccio travolgere dal piacere del sesso fine a se stesso?

Ma non pensate solo alla sessualità. Anche le lacrime sono considerate tabù.

Quante anime sono state costrette a nasconderle perché considerate inadeguate, sbagliate o esagerate? Gli uomini sopratutto sono stati educati a sentirsi forti se non mostravano la loro vulnerabilità, diventando schiavi delle loro stesse emozioni. Reprimendole infatti si tende a chiuderle in un pentolone, ed in quel pentole non solo non potrà entrare nessuno, ma prima o poi per via della forte pressione, quel pentolone esploderà, ed usciranno lacrime amare.

Dunque quanto onesti ed aperti siamo verso l'altro se nascondiamo qualcosa considerato tabù e non meritevole di esistere?

Ma c'é un'altra cosa che deve emergere ad ogni costo se vogliamo fonderci con lo Spirito.
Ed è il nostro Ego, la nostra arroganza o presunzione, la nostra inadeguatezza.
L'ego indossa mille vesti, alcune ci piacciono.. altre meno.

Osservare la propria arroganza per esempio è molto difficile, per questo molto probabilmente attiriamo a noi una persona arrogante. Quello che tendiamo a fare per abitudine quando veniamo affrontati da una persona che consideriamo arrogante è quella di puntare il dito all'esterno piuttosto di chiederci...
"un momento.. se l'altro è il mio riflesso, vuol forse dire che c'é arroganza in me?"

Ricordo che ogni evento planetario dei prossimi 2 anni e oltre fa parte del novilunio che ha ospitato l'eclissi totale di Sole, un novilunio potentissimo che ci invita a far cadere tutte le maschere dell'Ego, tutte! anche quelle più scomode, anzi.. soprattutto quelle. 

Siate dunque aperti, ed osservate con onestà l'altro ed ogni emozione che l'altro e l'ambiente esteriore suscita in voi, prestate maggior attenzione a come voi reagite alle situazioni esteriori. E se per abitudine doveste sentirvi spinti a ribattere e difendervi attaccando, fate subito un passo indietro, prendete qualche respiro profondo e tenete presente che quello che state per dire all'altro in realtà lo state dicendo a voi stessi.

E dunque...

Quanto coraggiosi siete per ascoltare quelle parole verso voi stessi?

Questo sarà il passo più difficile, ma dopo che avrete superato questa grande sfida può avvenire il processo di dis-identificazione.

con rivelazioni del tipo:

"Il mio Ego e la mia mente vogliono convincermi che l'altro è arrogante e che dunque io devo difendermi, oppure che devo attaccare l'altro in cerca di approvazione ma forse potrei piuttosto approfittare di questo rapporto per comprendere chi sono, o meglio chi non sono! Ma devo prima osservare la maschera dietro la quale nascondo un'altra maschera, quella della paura.
Fammi riflettere.. lascia che io osservi con assoluta onestà.. Forse allora anche il mio Ego è arrogante e presuntuoso, oppure nasconde dei segreti, un senso di inadeguatezza... "

e poi ancora..

"un momento! Ma io non sono il mio Ego! Se io riesco ad osservare questa dinamica... ci deve essere un'altra parte di me che la osserva" ...

Ed è con l'osservatore che dovete identificarvi. 

Avere il coraggio di mostrare le proprie maschere e difese è difficile, molto difficile, per questo ci vuole coraggio! e per questo Marte si trova proprio nella casa dello Scorpione!
Difficile, ma non impossibile e per di più... altamente liberatorio come processo.

E' il primo passo indispensabile verso il risveglio. 

E' inutile predicare la Spiritualità ai 4 venti se poi al primo conflitto esteriore ci ritiriamo e giudichiamo mantenendo in vita la separazione.

Se davvero credi che siamo tutti uno, allora osserva l'altro come te stesso, e ti si apriranno le porte dell'Universo, della consapevolezza e del vero risveglio. 

Ci saranno cose che non ti piacerà scoprire, ma qualsiasi cosa di spiacevole scoprirai su di te, non parla affatto di chi sei veramente. Mostra solo i condizionamenti ed i meccanismi che un anima impaurita (perché separata dal tutto), ha dovuto innescare per nascondersi dietro una maschera, mostrandosi sicura per evitare di venir attaccata. Insomma.. ti sta solo mostrando la tua mente (il tuo Ego).

"Chi di voi è  senza peccato scagli la prima pietra" 

Siamo tutti influenzati dall'Ego, fino a che non avverrà il risveglio e l'ego morirà.

L'assoluta onestà ed il grande coraggio che ti viene richiesto sarà la chiave di accesso ad un Universo che ancora non hai esplorato, ed in quell'Universo scoprirai di essere Essenza pura e divina, infinitamente Amore e perfezione.

Cadrà ogni maschera, ed il giudizio non farà più parte della tua vita.

Ed allora quell'energia intensa dello Scorpione non nasconderà più nessuna ombra e nessun tabù, ma sarà pronta a rivelare la perla e la saggezza del tuo immenso Spirito.

Durante questo processo si possono anche liberare tantissime emozioni represse da chissà quanto tempo, e nel segno dello Scorpione le emozioni sono molto intense.
Il mio consiglio è sempre lo stesso. Non passare sulla difensiva, non cercare di comprenderle o dar loro un nome, semplicemente sii lo spazio che le accoglie, lasciale fluire, ma non diventare l'emozione, liberala dandole spazio di esprimersi! Potresti addirittura sperimentare un intensa trasformazione energetica che dal dolore si trasforma in un' esplosione di energia non più dolorosa. Potresti percepire l'energia della vita e della passione! Accogli dunque ogni emozione come accogli a braccia aperte la gioia. (Se ti viene difficile ad accettare il dolore consiglio la lettura di questo articolo.)

Se accetti questi inviti con coraggio diventerai l'incarnazione di Nettuno in Pesci (che guarda caso si trova in prima casa) nella casa dell'Io. Dunque attraverso il tuo Io, fluirà l'Universo intero.

Diventerai colui che aiuterà l'altro ad osservare e guarire le sue ferite prendendo coscienza di sé stesso, grazie alla presenza di Kirone, sempre in Pesci e sempre in prima casa, che tra l'altro forma un bellissimo trigono con questo novilunio, aiutandoci ad affrontare le nostre ferite.

Troverai risorse nella vita stessa, nell'azione e nella manifestazione della tua vera essenza grazie alla ribellione interiore di Urano in Ariete che splende nella casa delle risorse.

E grazie a questa centratura ritrovata potresti diventare il saggio Messaggero (Mercurio e Saturno in Sagittario) che non per forza deve comunicare e convincere l'altro della sua visione attraverso parole ed insegnamenti, ma attraverso una costante e presente.. presenza! A quel punto ti basterà vivere e splendere e l'altro, di riflesso, si connetterà alla tua frequenza, ed ecco che ogni piccola goccia comincerà a rendersi conto di far parte dell'oceano.

Accendi dunque una candelina il 18 Novembre alle ore 12:42, ed esprimi ad alta voce:

"sono pronto/a a vedere tutto quello che il mio Spirito vorrà mostrarmi" 

La chiave per liberare lo Spirito non la troverai fuori, è dentro di te, ha una vibrazione molto profonda e non vi sono corsi per scovarla, devi solo ascoltarla.
Nessun insegnamento sarà veramente utile in quanto verrà affermato dalla mente che si travestirà da Guru Spirituale.
Ma fidati di questo indizio: ... una via per raggiungerlo è la dis identificazione dall'Ego, e dunque da un qualsivoglia ruolo.

Buon Novilunio

Claudia Sapienza

sabato 4 novembre 2017

IL RISVEGLIO DI COSCIENZA E LE ENERGIE PLANETARIE




Abbiamo la fortuna di esseri testimoni di un gran cambio di frequenza che sta stimolando tutta l'umanità ad una ribellione interiore, che inevitabilmente si riflette all'esterno.

Mai come ora siamo disorientati dal caos, sembra che tutto stia per crollare, e la mancanza di avere controllo su tutto quello che sta succedendo ci fa vacillare.

Essendo abituati a vivere in una dimensione piuttosto materia e tridimensionale, la perdita di controllo ci fa paura, ci disorienta e ci lascia senza apparente potere, quando invece lo stiamo esercitando fin troppo per mantenere tutto così com'é.

Quel potere di cui veniamo privati è il potere personale, ed il potere personale appartiene all'Ego.

Siamo pronti per fare il famoso salto quantico che nulla ha a che fare con qualcosa di nuovo che deve avvenire quanto più con qualcosa che deve essere riscoperto e riportato in superficie, e più la consapevolezza si avvicina più ci sentiamo spaventi, esausti, disorientati.

Tutte queste emozioni legate alla paura, al disorientamento ed alla stanchezza indicano che percepiamo molto bene queste nuove vibrazioni che chiamano e stimolano un cambiamento interiore, ma indicano nel contempo che una parte di noi oppone resistenza. E chi può opporre resistenza se non la mente.

La mente (intesa come ego) sopravvive da millenni, non a caso lo Spirito si è incarnato nella materia per indicarci una via, l'ultimo più noto a tutti è stato Gesù che ha portato il messaggio dello Spirito in parole che non sono state pienamente comprese.

"Prima che il gallo canti mi rinnegherai tre volte" - Dunque prima ancora di iniziare la giornata già mi avrai rinnegato, per il semplice fatto che ti sei identificato con un io, con le tue emozioni e sei caduto preda delle provocazioni della mente (che potrebbe simbolicamente rappresentare il "diavolo" che cerca di mantenere in vita la separazione.

"Beati i poveri in Spirito perché loro sarà il regno dei cieli" - Siamo tutti Spirito, ed apparteniamo tutti la regno dei cieli, ma se vogliamo conoscere e comprendere lo Spirito con la mente, non abbiamo accesso allo Spirito che siamo, perché rischiamo di attaccarci a concetti mentali e a definizioni tramandate ed elaborate con la mente.

Viviamo in un era in cui spopolano corsi per incentivare la conquista del benessere, dell'abbondanza del potere personale, ma spesso sono corsi che offrono gloria e riconoscimento personale, e non dico che vi sia qualcosa di sbagliato in questo, ma sostengo che potrebbe essere l'ennesimo trucchetto per mantenere in vita un ruolo, un ego, una definizione, una personalità in cerca di obiettivi, sogni e desideri.

Pertanto consiglio di diffidare delle imitazioni, e di chiedere supporto e guida dallo Spirito che è in noi ed è sempre stato presente.

Ma come influiscono le energie planetarie in tutto ciò?

Le energie planetarie sono innanzitutto neutre fino a che noi non gli diamo un significato.

Nell'antichità venivano più analizzate in relazione ad eventi futuri, fu solo dopo centinaia di anni che vennero prese in considerazione per analizzare le caratteristiche della personalità, mettendo luce sull'inconscio dell'essere umano (soprattutto dopo la scoperta di Plutone).

Ora però ci troviamo nuovamente all'ennesimo bivio.

Continuiamo ad analizzare le energie planetarie in modo individuale o piuttosto collettivo?

Veniamo stimolati al risveglio di coscienza e quella coscienza è UNA! e tutti apparteniamo alla stessa coscienza, ma tutti noi ci identifichiamo ancora con un ruolo, una personalità, un nome, una filosofia, un credo.. un programma che ci è stato imposto fin dalla nascita se non dal karma. Questi concetti e definizioni mantengono però in vita l'individualità che può esistere solo nella dimensione della dualità.

L'astrologia descrive persone, caratteri e desideri se ci si identifica con l'individualità.. e se invece ci si identificasse con lo Spirito? in quel caso descriverebbe lo strumento e le vibrazioni che sono state donate allo Spirito per manifestare la sua missione a favore della collettività. 

Pertanto un tema natale parla sempre di due storie, o meglio di una.
Racconta la storia e l'infanzia dell'individuo in modo impeccabile, come pure il karma. Esprime quasi nel minimo dettaglio le emozioni che la persona potrebbe provare, come potrebbe reagire a determinati eventi e quali sono le sue caratteristiche, sogni e desideri. Questo se è la mente che mantiene in vita l'individualità ad utilizzare le energie planetarie.

Oppure racconta e mostra degli strumenti, delle vibrazioni, dei potenziali (non personali) che sono stati messi a disposizione dell'Anima per diventare co-creatrice di una nuova realtà. Senza definirla in un ruolo, descrivendola come carattere o indirizzandola verso obiettivi personali.

Credo che siamo arrivati a questo bivio e che ognuno secondo il proprio sentire può fare la sua scelta.
Queste parole possono risuonare come no!
Ed ogni sentire è personale e va pertanto rispettato.

Plutone si trova in Capricorno per la prima volta dalla sua scoperta, mentre Nettuno in Pesci!

Nettuno in Pesci apre le porte allo Spirito, mentre Plutone in Capricorno ci sta invitando ad abbandonare ogni controllo (Capricorno) per far nascere la saggezza in ognuno di noi (sempre capricorno)

Urano in Ariete invita ad una ribellione che si sta manifestando chiaramente all'esterno in modo diverso. Attraverso rivoluzioni, prese di posizioni ed altro ancora.

Ma se la vera rivoluzione fosse invece interiore?

Se la vera rivoluzione consistesse nel prendere coscienza di chi siamo veramente e di cosa possiamo fare per aiutare tutta la collettività al risveglio cessando immediatamente le lotte contro qualcosa, portandoci invece a lottare a favore dello Spirito?

Dobbiamo abbandonare le lotte esteriori per rivolgere l'attenzione altrove ed osservare la nostra mente/ego, osservare cosa ci bisbiglia all'orecchio, ci fa sentire sicuri? amati? protetti? ci stimola a difenderci? giudicare? attaccare? a sentirci migliori o a farci riconquistare il potere personale?
ci porta a fare paragoni? stimolandoci a migliorare? Si sta travestendo da guru Spirituale perché è l'unica carta che gli è rimasta?
Nel momento in cui l'ego sta per morire, si travestirà da Cristo, insomma dall'anti-cristo , energia presente già da molto tempo senza che ce ne rendiamo veramente conto.

Dobbiamo osservare attentamente in assoluta onestà, soprattutto ora che siamo stimolati per un annetto circa dall'energia di Giove in Scorpione.

Non dobbiamo più cedere alla mente che ci stimola a giudicare, fare paragoni, ma dobbiamo cominciare ad osservare la nostra mente, le nostre dinamiche, e soprattutto le nostre reazioni, ma senza reagire! L'altro non deve essere più colui che le provoca stimolando in noi il contrattacco, deve diventare lo Spirito che ci aiuta a dis identificarci da un ego e dalla mente, mostrandoci come il nostro ego contro-attacca, si difende, si irrigidisce e continua a rimanere chiuso e nascosto nella sua zona comfort impedendoci di aprirci al mondo ed alla vita riconoscendo nell'ltro noi stessi.

Solo quando comprenderemo chi siamo veramente e rimaniamo aperti alla vita nonostante tutto, riusciremo a godere di tutti i doni dell'universo, perché cominceremo a vederli e sentirli, non essendo più nascosti dietro una lastra di vetro. Non hai dunque bisogno di fare nessun corso che ti permetta il paradiso e l'abbondanza, ma devi solo aprirti all'abbondanza riconoscendo chi sei.

Non ascoltare la mente che vuole ancora stimolarti a lottare facendoti sentire che stai perdendo qualcosa o non riesci a raggiungere un obiettivo.. ti sta ancora distraendo..

Quante apocalissi sono state annunciate come fine del mondo? tante e ve ne saranno ancora..

Ma qui non si tratta di fine del mondo, ma della fine del mondo che conosciamo, di quella realtà mantenuta in vita con la menzogna e la separazione della mente, dell'ego che divide, separa, giudica e condanna.

Pertanto se sei presente in quest'era di grande cambiamento, sappi che hai un compito molto importante! Quello di rimanere vigile, osservare le tue emozioni, non cedere più alle provocazioni della tua mente che farà di tutto per mantenere il controllo e dirigere la tua vita che in fin dei conti neppure è tua, dovrai mettere in atto una rivoluzione interiore e risvegliarti rendendoti conto di essere Spirito e Coscienza ed una cosa sola con il tutto. E da Spirito risvegliato non dovrai più fare né dire nulla se non trasmettere la tua presenza e la tua Luce in ogni istante, semplicemente... nell'Essere quello che sei sempre stato.


giovedì 2 novembre 2017

LUNA PIENA IN TORO: Il risveglio del Buddha e l'amore ritrovato



Le Lune energeticamente più potenti dell'anno sono la Luna Piena in Scorpione (legata al Vesak) e la Luna Piena in Toro, molto vicina a Samhain.

Entrambi le Lune sono legate alla purificazione del Corpo e dell'Anima e ci ricollegano ad un ciclo perpetuo di morte e rinascita.

La prossima Luna Piena in Toro raggiungerà il suo culmine all'alba del 4 Novembre alle 6:22, invitandoci ad una rinascita interiore che ci possa mettere in contatto con una serenità sempre presente ma forse dimenticata. A quell'ora sembra proprio volerci invitare ad un buon risveglio...

All'alba infatti tutta la natura si risveglia. Gli uccelli cominciano a cantare, il Sole sta per sorgere e la natura comincia a farsi sentire, pertanto noi veniamo invitati a fare altrettanto ascoltando il suo canto, assaporando la sua magia in contemplazione ed in silenzio, ma per farlo dobbiamo per forza quietare la mente ed ecco dunque svelato subito l'invito di questo Plenilunio.

Questa Luna sembra sussurrare:

shhh... rallenta, respira, osserva... vivi questo momento .. vivi il presente! porta attenzione al tuo corpo e poi al cuore, concentrati su di te... respira.. osserva.. diminuisci il ritmo.. più piano.. 
a n c o r a   p i ù   p i a n o.... 

Sei vita che vive in un corpo! La senti la vita?
Vieni con me, andiamo a fare una passeggiata, non avere paura.. respira.. ascolta
Lo senti il canto degli uccelli? Quel canto sei tu!
Riesci a sentire il profumo della terra? E' il tuo stesso profumo!
Li vedi i colori degli alberi? sono tuoi!

Ed il suono della Natura? lo senti? E' la tua musica!

.... concediti del tempo per vivere il silenzio.. soprattutto quando ti senti agitato o non al sicuro.

Cerchiamo di comprendere meglio il segno di questa Luna Piena.

Il segno del Toro è molto legato alla sicurezza e pace interiore, viene spesso descritto come materialista ma quella è solo una manifestazione ombra del segno quando l'anima si identifica con un'insicurezza interiore, pertanto spera di trovarla attraverso il possesso di cose o persone. Ma il Toro non è affatto così!

L'invito evolutivo del Toro ci stimola a ritrovare e a stabilire una risorsa e sicurezza interiore che vanno al di là di ogni bene materiale o persona. Pertanto questo segno è un grande Maestro, è il Buddha, colui che ci mostra come portare pace e silenzio nelle nostre menti, al fine di risvegliare lo Spirito e di sentirci sicuri in questo corpo ed in questa dimensione materica.

E' proprio di questo che abbiamo bisogno! di una stabilità interiore che sia vera, di credere che la pace non viene da fuori, da un bene o dall'altro, ma deve essere stabilita dentro! Ma più che ristabilita, credo che debba essere ricontattata, perché è sempre stata lì e sarà sempre lì, siamo solo noi a non sentirla perché troppo proiettati all'esterno ed in balìa della nostra mente e pensieri.

Provate ad immaginare un Toro in un bel prato verde, mentre beato rumina l'erba in santa pace, a lui non importa quello che accade intorno. Non gli interessa cosa c'é dietro la collina, cosa succede dopo, lui semplicemente vuole rimanere lì, tranquillo, a godersi quel momento, insomma.. lui vuole solo essere lasciato in pace! Le Anime nate sotto questo segno lo sanno bene!

Il Toro ci invita a godere della vita attraverso i sensi, pertanto ci stimola ad onorare questo corpo, a sentirlo, a viverlo. Ma siamo noi a doverlo fare, non è una cosa che dobbiamo chiedere all'altro!

Se non riesci a vivere questo momento, significa che sei ancorato nel passato o proiettato nel futuro!

Perché dunque continuare ad andare indietro se dobbiamo vivere questo momento? Se, come dice Eckhart Tolle, è nel presente che dobbiamo vivere!

Lo dice chiaramente nel suo primo libro ("Il Potere di Adesso) ed è infatti l'adesso la chiave di accesso alla pace interiore!

Ed è proprio con questa saggia consapevolezza che l'energia del Toro a livello spirituale si può manifestare al meglio, portando attenzione all'adesso! A quello che vede e che può toccare ora, a quello che può annusare, vedere, sentire.. alla bellezza che lo circonda. Altrimenti la mente continuerà sempre a portarci nel passato mantenendo in vita un trauma, un' insicurezza, un abbandono, un ricordo, un dramma... portandoci via dalla realtà attuale.

Andiamo ora ad analizzare però tutto il tema natale di questo plenilunio cercando di mettere luce non solo sulla Luna ma anche sugli altri pianeti parte integrante della vibrazione di questa Luna Piena.

Sarà il segno dello Scorpione ad ascendere ad Est alle nostre latitudini, incoronando Plutone e Marte signori di questo oroscopo. Sembra dunque che l'energia si faccia ancora più intensa!

Il Sole splende in prima casa congiunto a Giove e all'Ascendente, sta per sorgere con tutta quell'intensità dello Scorpione, amplificata per la presenza di Giove nello stesso segno.
Il Sole (Re del sistema solare) illumina in opposizione la Luna che si trova a splendere in casa settima. Nella casa delle relazioni e dei rapporti. Mentre il Sole splende nella casa dell'io e della personalità ci invita ad essere onesti con noi stessi fino in fondo, ad espandere le nostre percezioni ed emozioni e ad osservare quali conseguenze hanno nella relazione con l'altro.
Pertanto questo plenilunio ci vuole mostrare come poterci sentire sicuri tra le braccia dell'altro, e ci suggerisce di mostrarci per quello che siamo (visto che lo Scorpione chiama all'onestà totale).

(Ma c'é sempre il lato della medaglia e sarebbe: Il mio dramma (scorpione) espanso da Giove mi rende insicuro nei rapporti e dunque devo manipolare e controllare l'altro per rischiare di perderlo o venir tradito. Ma noi ci vogliamo concentrare sull'aspetto più evolutivo che il cosmo ci offre.)

La Luna fa un bell'aspetto di sestile con Nettuno, che si trova a transitare nella dimora del'Anima (casa della Luna) invitandoci a dissolvere ogni velo tra noi e l'altro per riconoscere nell'altro lo Spirito che siamo noi. Anche il Sole forma un bell'aspetto di trigono con Nettuno, incoraggiandoci a dissolvere il nostro ego per poter osservare l'altro come parte di noi stessi.

Osservate attentamente la vostra mente quando entrate in relazione con l'altro!

Cosa vi suggerisce? 

di aprirvi o di chiudervi?
Riuscite ad esprimere le vostre emozioni?
Cosa non riesco a dire, cosa nascondo e quali sono le mie paure consce o inconsce?

Se l'altro sparisse da un giorno all'altro, continuerei a sentirmi sicura o piuttosto sola ed abbandonata?

ma andiamo avanti.. chiamando in causa anche il Pianeta del Toro: Venere

Mentre il Sole illumina la Luna in settima casa, dimora di Venere.. Venere si trova a splendere in casa dodicesima, la casa definita dall'astrologia classica come la casa delle disgrazie, della perdita, mentre dall'evolutiva come la casa della psiche nascosta, del misticismo e della Spiritualità, pertanto Venere mi sembra suggerire di osservare quanta paura abbiamo di perdere l'altro o di non venir dall'altro approvati. Ma a livello ancora più evolutivo Venere in casa dodicesima sembra invitare ad instaurare un rapporto che va al di là della relazione umana!

Quella Venere invita ad innamorarci del Dio che c'é in noi, ci invita a connetterci con il nostro Spirito e ad instaurare una relazione che durerà in eterno, liberando l'altro dal dovere di renderci felici, sicuri e protetti o di amarci per forza riempiendoci di attenzioni.

Quella Venere tra l'altro è in Bilancia, le relazioni dunque vengono chiamate molto in causa, ed è opposta perfettamente ad Urano, richiamando ad un'indipendenza emotiva, altrimenti si che soffriremo in eterno per la perdita di qualcuno.

Provate a rispondere con assoluta onestà a questa domanda:

Quanta responsabilità do all'altro di soddisfare i miei bisogni?

ma soprattutto considerate questo:

Come si può sentire l'altro se non è in grado di soddisfare i miei bisogni per qualsivoglia ragione?

Avete mai pensato a quanto chiediamo all'altro per sentirci vivi, felici ed amati?

Troppo!

Alla fine gli stiamo chiedendo di rendere la nostra vita migliore, e lui non solo non avrà il tempo di pensare alla sua perché sente la pressione da parte dell'altro, ma potrebbe non sapere affatto come fare! infatti non sta a lui farlo!

Il marito deve rendere felice la moglie e farla sentire al sicuro. Chi l'ha detto?

La moglie deve prendersi cura del marito, nutrirlo e accudirlo, ... viviamo davvero ancora sotto l'influsso di questi condizionamenti?

Forse è arrivato il momento di prendersi cura di noi stessi e di liberare l'altro da un enorme peso!
Ed è proprio per questo che spesso non otteniamo dall'altro quello che desideriamo, o lo otteniamo solo momentaneamente, perché la nostra attenzione viene chiamata altrove.

Ci sforziamo di fare il nostro meglio, ma non ci riusciamo veramente, perché vediamo l'altro ancora insoddisfatto, triste o dipendente dalla nostra presenza.

Questa non è unione vera e profonda, questo è bisogno!

Dobbiamo dunque togliere le maschere, crescere e maturare ed osservare in assoluta onestà cosa chiediamo all'altro e chiederci se riusciamo a vederlo per quello che è o se piuttosto vorremmo che fosse come noi desideriamo.

Solo per fare un esempio.

Tanti di noi non avranno sentito la presenza del padre. O perché era assente emotivamente o psicologicamente, o perché era aggressivo ed arrogante, o perché ancora non c'era per qualsiasi motivo. Questi sono bambini che non si sono sentiti visti.

Sapete cosa succede alle anime che non si sono sentite viste dal padre? Cercano attenzione da tutti (soprattutto da figure autoritarie = padre) ma così facendo negano la loro attenzione alle persone a loro più vicine e senza rendersene conto stanno facendo la stessa cosa che il padre ha fatto a loro. In altre parole non vedono affatto il partner, talmente vogliono essere visti, ma vedono solo una proiezione dei loro bisogni, annebbiati dal loro bisogno di attenzione.

Urlano ed attirano attenzioni in cerca dell' amore del padre e quella ricerca potrebbe consistere nel fare quello che l'altro chiede, oppure di ribellarsi a quello che l'altro pretende, ma in entrambi i casi sono focalizzati su loro stessi e non vedono affatto chi hanno di fronte.
Non entrano in contatto con l'anima del partner, ma solo con i propri bisogni insoddisfatti.

E questo è l'ego! la mente in cerca di continue attenzioni.

Ma il partner non è nostro padre o nostra madre, e non sta a lui prendersi cura di noi.

Pertanto a mio avviso questo plenilunio sempre parte del forte Novilunio che ha ospitato l'eclissi totale di Sole del 21 Agosto, ci invita ad abbandonare un'altra maschera. Quella legata a come ci relazioniamo all'altro. Vogliamo davvero sentirci sicuri ed in pace tra le braccia dell'altro?
Allora dobbiamo abbandonare i nostri bisogni e vedere nell'altro un Anima più che una persona che rappresenti le nostre speranze.. nostro padre.. o nostra madre, e dobbiamo anche abbandonare il  ruolo del salvatore.

Dobbiamo osservare onestamente come ci relazioniamo.
Quanto mi apro all'altro? Quanto chiedo e quanto pretendo da questa relazione, dall'altro e da me stesso?

Sono davvero aperto all'altro o ancora mi nascondo nella mia zona comfort dietro una lastra di vetro che mostra un anima apparentemente visibile ma irraggiungibile?
Perché se non abbatto ogni barriera che mi separa dall'altro, come posso vederlo per quello che è e permettergli nel contempo di vedermi per quello ch sono?

In quel caso rischio davvero di rimanere ancorato ad un rapporto di bisogno reciproco, facendo di tutto per sentirmi al sicuro, quando invece quella sicurezza effimera e superficiale mi fa sentire insicuro e perso soprattutto quando l'altro non c'é o non riesce a soddisfare i miei bisogni.

E così rimanendo chiusa perché ancorata al passato, mi chiudo alla vita, al partner, all'amore e all'abbondanza e a tutto quello che la vita offre. Ma sono io a farlo, senza rendermene conto!

Dobbiamo tenere presente che nulla ci appartiene veramente, neppure l'altro e neppure l'amore.
Non possiamo aggrapparci e voler ottenere qualcosa che siamo.

Ma c'é una bella notizia in tutto questo! Ci sentiamo vuoti, ma abbiamo già tutto senza saperlo (o senza ricordarlo!), solo che continuiamo a chiederlo all'altro, pertanto quella non è la vera sicurezza del Toro, quella diventa la manifestazione ombra del segno che stimola l'attaccamento, il possesso e la paura di perdere.

Ascoltiamo dunque il respiro del Toro mentre rumina l'erba. Focalizziamoci sul momento presente, osserviamo la nostra mente, le nostre menzogne e maschere ed osserviamo quanto chiediamo al nostro partner e all'altro e quanto poco concediamo a noi stessi.

Liberiamoci da questo peso, concentriamoci sul presente, unico momento che possiamo davvero vivere, e grazie a Nettuno apriamo le porte all'Anima, allo Spirito che siamo!

Chi ha paura di perdere ha perso se stesso tanto tempo fa!

Instauriamo dunque una relazione profonda con il nostro Spirito grazie all'energia della Natura, al canto degli uccelli, al suono del mare, dell'acqua e della pioggia. La Natura è lo Spirito che siamo!

Possiamo lasciare andare la bambina o il bambino abbandonato dal padre, o ferito dalla madre. Possiamo davvero! senza aver bisogno di fare per forza una terapia. Possiamo si... se solo ci focalizzassimo sul presente, con il respiro e se permettessimo alle emozioni di esistere senza che debbano venir soddisfatte dall'altro. 

Se comincia a piovere, il Toro rimane lì. Non si chiede perché piove, non sta neppure ad aspettare il Sole! Vive quel momento così com'è, perché sa che passerà. L'energia dello Scorpione insegna che tutto è in continuo mutamento. Vivi il presente! connettiti con il tuo respiro, lascia fluire ogni emozione senza identificati con essa, permettiti di sentirti veramente in pace in ogni relazione, e se l'altro dovesse provocarti a tal punto di far riemergere una vecchia emozione, ringrazialo perché ti sta dando la possibilità di osservarla per lasciarla fluire, quello che tu devi fare è NON reagire! ma lasciare solo fluire. 

Tutti i pianeti ci sostengono in questo processo.


Saturno in Sagittario in casa seconda, dimora del Toro, ci sfida a riconquistare le risorse attraverso la fiducia che tutto è possibile! E' questa la nostra più grande risorsa! la fiducia

Plutone in Capricorno in casa terza ci invita ad una profonda trasformazione delle nostre percezioni mentali. 

Marte in Bilancia a riconquistare i nostri sogni e desideri e di sentirci in armonia in mezzo alla gente. 

Mercurio in Scorpione in aspetto trigono a Kirone ad osservare con assoluta onestà le ferite della nostra Anima, e Urano in Ariete in casa sesta, la casa della salute ci invita a far fluire la vita attraverso il corpo fisico! a liberare energia repressa e a far circolare le emozioni, senza nulla controllare ma lasciandoci fluire nel flusso della vita. 

E allora lasciamoci avvolgere da questa energia, ma non diventiamo quell'energia. 


E'  inutile attendere la buona novella dal cielo, la buona novella sei tu! nel qui ed ora!

Lasciamo che le cose fluiscano così come devono fluire. Il grande potere e la grande forza che abbiamo è il PRESENTE! Più rimaniamo focalizzati sul presente qualsiasi cosa accada, più quelle emozioni del passato (per quanto forti sembrano ora) svaniranno. 

Lo so che magari non ci credi, ma se le senti più forti di prima o sono sempre lì, vuol dire che non hai mai dato loro spazio di esprimersi, ma che hai fatto di tutto per reprimerle o cambiarle. 
E questo indica resistenza, e ciò a cui si resiste, persiste. 

Pertanto il mio suggerimento è sempre lo stesso, perché so che è l'unico ad aiutare davvero:

Aiutatevi e sostenetevi a vicenda, e se anche l'altro non volesse fare il tuo stesso cammino, non giudicare, ognuno fa le sue scelte e noi non possiamo imporle a nessuno. Ma libera l'altro dal dovere di renderti felice! Ne beneficerai non solo tu liberandoti dal senso del controllo che ruba tanta energia, ma anche l'altro che finalmente può essere visto per quello che è e concentrarsi sulla sua vita!

Non sono gli altri a doverti concedere l'amore, sei tu a doverlo riconoscere. 

Approfitta dunque di questa potente Luna Piena nel segno del Toro...  lascia morire un altro frammento dell'Ego per far rinascere la tua Anima e ritrovare l'amore che sei da sempre e per sempre.

Ti lascio con questo consiglio di Eckhart Tolle e ti auguro una splendida Luna Piena. 

"Permetti alla natura di insegnarti la quiete" 




Buona Luna Piena


Claudia Sapienza